Garanzia sul luppolo

Consentire l'incorporazione video

Per guardare questo video è necessario regolare le impostazioni dei cookie. L'inserimento di un video richiede l'abilitazione dei cookie "comfort" per bitburger-birra.it.

Impostazioni dei cookie arrow_right

Il segreto del luppolo Bitburger - l’anima della birra

L’anima di una birra è il luppolo, che le conferisce il suo sapore unico, con i suoi aromi e le sue sostanze naturali amarognole. Solo in poche regioni al mondo cresce il luppolo migliore. Tra queste, ci sono la Hallertau in Baviera ed anche la regione di Bitburg con il suo circondario. È lì che nasce il celebre luppolo certificato di Bitburg.

 

Dolde des Bitburger Siegelhopfens

Il luppolo – una pianta particolare

Il genere vegetale “luppolo” appartiene alla famiglia delle Cannabacee (Cannabaceae). Si tratta di una pianta rampicante annuale dalle radici profonde che raggiunge un’altezza di sei metri e cresce avvolgendosi in senso orario. Gli steli e i piccioli delle foglie sono ricoperti da numerosi peli, detti uncini, che consentono alla pianta di arrampicarsi. Mentre i grossi fusti hanno sei strisce longitudinali parzialmente alate, le foglie peduncolate si distinguono per la loro forma seghettata. Il periodo di fioritura del luppolo va da luglio a settembre, le infiorescenze sono chiamate coni.  

 

La nostra garanzia sul luppolo

La qualità di ogni singolo cono del nostro luppolo certificato è il fondamento del gusto pieno e amarognolo della Bitburger Premium Pils. Prima di essere utilizzato per la Bitburger Premium Pils, il luppolo naturale è sottoposto a severi controlli di qualità. Perciò selezioniamo solo il luppolo migliore, quello che corrisponde ai nostri standard qualitativi sotto ogni punto di vista. Lo stesso vale anche per il luppolo naturale dell’Hallertau, che dopo una campionatura effettuata sul posto dai nostri collaboratori viene sottoposto ad attente analisi dei componenti.

 

8 metri di altezza

possono essere raggiunti da una pianta di luppolo.

Coltivato secondo gli standard più alti

Un contenuto di acqua pari all’80 percento circa rende necessario che il luppolo debba essere in primo luogo essiccato dopo il raccolto, prima di poterlo mettere nei sacchi dopo un periodo di immagazzinamento di quattro o cinque giorni. Il luppolo si trasforma però in vero e proprio luppolo Siegelhopfen solo dopo che un “maestro del sigillo“ ufficialmente nominato lo ha esaminato ed ha “apposto il suo sigillo“ sui sacchi pieni. È quindi solo questo sigillo che dimostra e documenta che ogni sacco sigillato contiene soltanto una cosa: la qualità migliore per la nostra Bitburger Premium Pils.

 

Luppolo - fresco, essiccato, sotto forma di pellet o di estratto

Il luppolo conferisce alla birra la sua tipica amarezza e il suo aroma caratteristico. La quantità di luppolo necessaria varia a seconda del tipo di birra. Oltre al luppolo fresco (luppolo verde) e a quello essiccato oggi nel processo di birrificazione si impiegano anche il luppolo in pellet o sotto forma di estratto. I pellet e l’estratto offrono il grande vantaggio di consentire la conservazione a magazzino senza nessun deterioramento della qualità. Inoltre la lavorazione ne riduce il peso. In questo modo gli oneri di trasporto e stoccaggio sono meno onerosi – in linea con gli obiettivi di sostenibilità.